Due artisti italiani alla ribalta

Due artisti italiani alla ribalta

Bonincontro e Ferraro all’Art Centre di Surbiton

996
SHARE

Due artisti italiani, il poliedrico Gianni Bonincontro e il fotografo Pasquale Ferraro, hanno esposto le loro opere con l’Italian British Association, presso l’Art Centre CornerHouse di Surbiton, dall’otto Maggio al cinque Giugno.

Durante l’Art Gala, il 17 Maggio, si è avuta una grossa presenza inglese che ha seguito con interesse la presentazione delle art exhibitions dei due artisti.
La serata è stata allietata da musica partenopea, dal cortometraggio “The dream” realizzato e diretto da Gianni Bonincontro e dagli stuzzichini gluten free di cibo italiano della Coori di Julia Zardetto.

Gianni Bonincontro è un artista poliedrico e versatile, esperto in pittura, fotografia, scultura, musica e filmmaking. Ama circondarsi di colori vividi e forti ma allo stesso tempo delicati e rilassanti, come il blue, l’arancio, il nero e il rosso. Ha partecipato con la mostra “A journey into the rainbow and beyond...” Molti dei suoi lavori sono, volutamente, senza titolo poiche’ a Gianni piace lasciarli all’immaginazione dell’attento osservatore.

Pasquale Ferraro, è un giovane fotografo napoletano, arrivato a Surbiton dopo aver realizzato una mostra presso il Consolato d’Italia a Londra.
Con “Napoli: tradizioni e contraddizioni” Ferraro offre uno spaccato di storia, costumi e consuetudini di una città che vive tra mille contrasti. Napoli non ha un solo cuore, ne ha mille. Le sue strade sembrano restare ferme ad un tempo lontano millenni mentre tutto intorno si muove, in un vortice continuo di colori, bagliori e passi ombrosi.
Ferraro ha trasportato il pubblico inglese in una città amata e maledetta da tanti, incapace però di generare indifferenza.