La Madonna ritorna in processione a Clerkenwell

La Madonna ritorna in processione a Clerkenwell

723
SHARE

Dopo la battuta d’arresto nel 2020

   La Madonna del Carmine è ritornata in processione per le vie di Clerkenwell lo scorso 18 luglio dopo la battuta d’arresto nel 2020 per colpa del Covid ma ci è ritornata in un formato necessariamente ridotto perché la pandemia è sempre in agguato.

   La processione è senz’altro la funzione più conosciuta e frequentata dagli italiani residenti in Londra e si si tiene la prima domenica dopo il 16 luglio dal lontano 1883 quando la polizia di Holborn dette il benestare all’evento prendendo atto del permesso concesso direttamente dalla Regina Vittoria.

   Da allora e fino ai nostri giorni, la processione ha animato ogni anno a luglio le strade di Londra che delimitano la “Little Italy” nella zona di Clerkenwell. Due sono state le sciagure che hanno impedito questa ormai secolare tradizione: la Seconda guerra mondiale e il Covid-19. 

   Quest’anno, anche se in forma ridotta per via della pandemia, la statua della Madonna del Carmine è uscita dalla St.Peter’s Church per benedire la piccola folla che si era radunata dentro e fuori della chiesa.

   Certo, la cerimonia stessa era ben lontana da quella descritta da Padre Bonomi nei primi anni del dopoguerra, dove una folla di italiani gremiva Clerkenwell Road e “maestosi archi trionfali, ghirlande di fiori e festoni, bandiere e lampioncini colorati, ricche e sfarzose tappezzerie, riproduzioni delle più celebri Madonne di Raffaello, statue sacre ed altari” sfilavano e andavano in processione per Little Italy.

   È mancato il volo delle tre colombe, sono mancati i soldati romani, è mancata la festa nelle stradine intorno alla chiesa con le lasagne fatte in casa, i panini con la porchetta, i dolci e la musica italiana che ti invitava a ballare in mezzo alla strada.

   Ma Padre Andrea e Padre Giuseppe hanno voluto in ogni caso celebrare questa ricorrenza e l’hanno fatto con solennità, in modo che anche in questo periodo così provato da noi tutti, non ci dimenticassimo delle nostre tradizioni anche in terra straniera.

P.Molle