NASCE COLOSSO DEL POMODORO MADE IN ITALY

NASCE COLOSSO DEL POMODORO MADE IN ITALY

748
SHARE

     Nasce un colosso industriale del pomodoro made in Italy. Con un investimento di 100 milioni di euro, interamente sottoscritto dal fondo di private equity QuattroR, nasce la newco Casalasco Spa, partecipata per il 51% dalla holding del Consorzio Casalasco del Pomodoro (Ccdp), proprietario dei brand Pomì e De Rica e leader nella coltivazione, lavorazione e distribuzione del pomodoro da industria con una capacità di trasformazione di oltre 560mila tonnellate di pomodoro fresco ed una quota di export superiore al 70%. 

   Il Consorzio Casalesco è presente in oltre 60 Paesi nel mondo e si contraddistingue per una crescita costante del fatturato, passato negli ultimi 20 anni dai 35 milioni di euro del 2001 ai 338 milioni del 2020 (+10% rispetto al 2019). 

   La distribuzione internazionale è affidata alle attività commerciali interne e a due società controllate: SAC, con sede a Carmagnola (Torino), operante principalmente nel mercato francese e del centro-nord Europa e la Pomì USA attraverso cui il celebre marchio raggiunge oltre 20mila punti vendita del mercato nordamericano. 

   Il 2020 è stato un anno particolarmente positivo proprio per il brand Pomì, sia in Italia (+26,2% dei ricavi) sia nell’export (oltre il +40% dei ricavi rispetto al 2019), cresciuto ancora sui mercati dove era già presente (oltre Stati Uniti, Germania, Austria e Medio Oriente) oltre che su mercati emergenti. 

   Il Consorzio Casalasco è nato nel 1977 a Rivarolo del Re, in provincia di Cremona, come una organizzazione di produttori di pomodoro e, nel 2015, si fonde con Agricoltori Riuniti Piacentini (Arp), grande società fondata nel 1958 che opera nella coltivazione, trasformazione e distribuzione nella provincia di Piacenza. Così il Calasco diventa il primo gruppo di produzione e trasformazione di pomodoro da industria in Italia e terzo in Europa. Attualmente raggiunge la quota di 550 aziende agricole conferenti che coltivano più di 7mila ettari localizzati tra le province di Piacenza, Cremona, Parma e Mantova.

La Redazione