L’Italia svetta alla speciality fine food fair

L’Italia svetta alla speciality fine food fair

113
SHARE

La Speciality Fine Food Fair è un prestigioso evento per il settore alimentare che si tiene ogni anno a Londra all’Olympia in Kensington. Buyers da tutto il mondo vengono per conoscere e piazzare ordini con ditte che sia dal Regno Unito che dal resto del mondo espongono i loro nuovi prodotti oltre a marche ben conosciute e storiche. La presenza degli Italiani e’ sempre molto assidua e di alto livello e così è stato anche per l’edizione 2018, che si è svolta dal 1 al 3 settembre.    La regione Calabria ha approntato uno stand dove diverse ditte hanno esposto i loro prodotti e dove uno chef ha cucinato piatti tipici usando le specialità disponibili da ciascuna compagnia. Fra le ditte presenti il Panificio Colacchio che è presente da quasi 50 anni con le sue freselle e i tarallucci e ha creato anche una linea di paste sia in formati classici oltre che tagli tipici calabresi come la Stroncatura o la Fileja. La Signora Alessia Meneghini del reparto esportazioni ed il Signor Rocco Colacchio , Presidente di Confindustria di Vibo Valentia e proprietario della compagnia, hanno illustrato i vari prodotti, tutti realizzati  con tecniche artigianali ed allo stesso tempo innovative.

IMG_0249aAltro prodotto eccellente della Calabria è l’Nduja, che a differenza di come molti potrebbero pensare, e’ un condimento piccante ma non esplosivo. Anthony Muraca della ditta Muraca ha spiegato che la ‘Nduja di ottima qualità non è fortissima, ha il suo grado di piccantezza ma non causa bruciature al palato. Una presenza prestigiosa è stata quella dello Stand del distributore Carnevale. Presente da tantissimo tempo sul territorio britannico come importatore e distributore di cibi e bevande italiani è anche fra i produttori di formaggi, salumi e pasta fresca più predominante nel Regno Unito. Fra gli espositori raggruppati nel suo stand, la Olitalia è stata presente con la sua collezione di oli extra vergini di oliva dedicati a cotture ed usi diversificati. Lo Chef e Presidente della APCI UK Carmelo Carnevale è stato presente nei tre giorni di fiera preparando degli assaggi in cui i diversi tipi di olio sono stati abbinati al pesce, o alla carne o alle verdure.

IMG_0238aFra le altre marche conosciutissime, le patatine della San Carlo con il pacchetto chiamato 1936 per celebrare la Fondazione della compagnia usando una ricetta antica ed un packaging ripreso dagli archivi. Il panettone Bonfanti con il Panettone Gran Milanese ed il Panettone Glassato, entrambi vincitori di tre stelle per il Great Taste Award che viene assegnato solo a 10 prodotti dolciari mondiali, scelti fra circa 10000 prodotti, ha presentato la sua linea dall’aspetto bellissimo e dal sapore incredibile.

Andando in giro per la fiera altre compagnie italiane presenti hanno esposto prodotti di altissima qualità. Lavinia Davolio con la sua linea di confetteria sofisticata Lavolio è presente in molti negozi, non solo italiani. Fortnum & Mason vende le sue bellissime scatole in metallo ripiene di confetti insoliti, come pistacchi coperti da una conchiglia di zafferano oppure gelatine di rosa e violetta racchiuse da un involucro di zucchero. La scelta è molta con diverse “collezioni” a seconda se si preferisce più frutta secca oppure più dolce.

IMG_0257aLa Ditta Rosa con la General Manager Rosella Zanettini e con il suo team è specializzata nel cercare e selezionare I prodotti più tipici dell’Emilia e alla Speciality Fine Food Fair è venuta portando le Parmonie, sfogliette di Parmigiano Reggiano stagionato 24 mesi. Questo snack ha avuto un successo incredibile fra i visitatori alla mostra . Un’altra bella storia è quella della ditta Meracinque, produttori di riso. Cinque sorelle che per paragonarle alle Spice Girls ho chiamato le Rice Girls, hanno creato questa marca di Riso Carnaroli affidandosi ai consigli e gli insegnamenti del padre, coltivatore di riso. La pasta di Gragnano non poteva mancare e la ditta Mammaflora con i colori ed i sapori della costiera Amalfitana ha portato una selezione di prodotti gustosi includendo anche le salse di Pomodoro e salse di pesto, tutte in barattoli di vetro con targhette dai colori vivaci che riprendono le stoviglie tipiche. La fondatrice Maria Apicella ha mostrato i vari formati di pasta fra cui i tradizionali mezzi paccheri partenopei. Il tartufo è uno dei tesori alimentari italiani e la ditta Calugi Tartufi ha portato olio aromatizzato, oltre a paté e tartufi affettati in olio. Ogni anno questa fiera espone il meglio dell’industria alimentare mondiale ed i produttori italiani presenti sono il fiore all’occhiello di un settore dell’economia che vede l’Italia fortissima e rispettata.

Cristina Polizzi