Una “Ligurian Special Edition” per il Bazaar natalizio 2018 del Circolo

Una “Ligurian Special Edition” per il Bazaar natalizio 2018 del Circolo

378
SHARE

Sarà un’edizione speciale quella 2018 del famoso Bazaar dell’associazione italiana di cultura e beneficenza Il Circolo. Ai tradizionali vendors londinesi si affiancheranno più di trenta marchi storici della tradizione genovese, patrocinati dalle Camere di Commercio di Genova e Londra. Una speciale “Ligurian Edition” quindi,   che sarà proposta  a un pubblico raffinato, alla ricerca di un lusso che significa tradizione e qualità, bontà e rarità.

IMG_5127 (1)“Abbiamo pensato a una cornucopia di bello – dice Francesca Centurione Scotto, chairman della manifestazione e “ambasciatrice di Genova nel mondo”- ed essendo genovese mi sono divertita a scegliere fior da fiore quello che ritengo non possa non essere conosciuto o assaggiato, oggetti speciali e cibi di qualità.” Questa speciale edizione dedicata al made in Genoa, era nata con l’idea di iniziare una sorta di Grand Tour nell’eccellenza italiana. La drammatica vicenda del ponte Morandi, che ci ha tutti colpiti, ha poi rivestito questa edizione ancora di più di un suo significato profondo, che è quello di una città resiliente, che saprà rialzarsi come sempre. Il fatto che questi imprenditori del bello, questi artigiani, abbiano aderito a questa manifestazione ne dà prova.” Marina Mignone Fazzari, Presidente de Il Circolo, e genovese, si dice contenta di un evento che possa aiutare concretamente i venditori di Genova e pubblicizzare la Regione. “Il teatro dove sarà allestita la manifestazione- dice Stefania Rondini Rivers, genovese doc e in charge della decorazione- rappresenterà un rollo genovese: sarà arredata grazie al gusto sapiente di Maiden, con decorazioni che si riferiscono alla tradizione genovese, come gli alberi di Natale di alloro con frutta e pasta. Saranno esposti due grandi mezzari di Rivara e un velluto di Cordani. Alle pareti ci saranno degli stendardi con i palazzi di via Garibaldi dipinti dal Rubens, a ricreare una delle vie più belle del mondo e i suoi tesori”.

Tanti i nomi storici della tradizione e gli artigiani, per una fiera dove si potrà trovare dal regalo curioso per Natale come oggetti in ardesia o in filigrana ma anche, se si è designer e architetti, validi artigiani del calibro di Vigo mosaici. Sarà presente Finollo con le sue cravatte, considerate le più belle d’Italia, Romanengo e Marescotti con le loro prelibatezze, lo straordinario pesto di Roberto Panizza e Santagata con il suo oro verde, l’olio di Liguria. Taglio del nastro alle 12.00 del 1 Dicembre alla presenza della moglie dell’Ambasciatore, poi cocktail alle sei solo su invito a pagamento (25 pounds) in collaborazione con il St George’s club, offerto generosamente da Il Macellaio di Roberto Costa, vedrà anche la partecipazione del consorzio per la focaccia di Recco. Il soprano Megumi Akanuma, accompagnata da Benedetto Spingardi Merialdi, canterà due arie dal Simon Boccanegra a ricordare che Verdi effe intense e lunghe frequentazioni con Genova, spesso fermandosi da Klainguiti per cappuccino e dolce, che ancora oggi si chiama il Falstaff in suo onore. È prevista la presenza del Sindaco Marco Bucci e di Andrea Benveduti, assessore allo sviluppo economico. Il 2 dicembre performances di artigiani e scrittori animeranno la giornata che apre alle 1030 e chiude alle 20. Un week end diverso a Londra, sotto il segno della Superba.

LaR