Massiccia presenza italiana a IFE 2019

Massiccia presenza italiana a IFE 2019

Dal gelato di Ariela alle paste Surgital

79
SHARE

L’Italia è stata presente con quasi un centinaio di produttori alimentari e compagnie legate all’industria enoagricola all’International Food & Drink Event (IFE) che si è svolto all’ExCel di Londra dal 17 al 20 marzo. Grazie anche allo spazio dell’Ita UK la Penisola era, dopo la Gran Bretagna, la più massicciamente rappresentata ad un evento che ha visto in tutto più di 1350 espositori e si è contraddistinta per una serie di seminari molto scottanti ed estremamente attuali.

Lunedì 18 marzo si è parlato di Brexit e sul suo possibile impatto sull’importazione ed esportazione di cibi e bevande dopo che per 40 anni i flussi sono stati dati come facili e scontati. Esponenti del settore come Paul Hargreaves di Cotswold Fayre, Sandra Sullivan della Food and Drink Exporters Association e Ian Wright della Food & Drink Federation hanno avuto una platea attenta ed interessata.

il gelato di ariela (1)Il 19 Marzo si è parlato di un altro problema che coinvolge il confezionamento dei cibi. Come essere più sostenibili e impacchettare i prodotti con il minor spreco di carta e plastica possibile, onde evitare di riempire le discariche con rifiuti che si potranno forse smaltire nei prossimi dieci milioni di anni. Fra gli intervenuti James Winpenny della DEFRA (Department for Environment, Food & Rural Affairs), un organo governativo responsabile per la salvaguardia dell’ambiente e dell’industria alimentare.

L’ITA UK era presente con uno dei padiglioni piu’ grandi, circa 500mq, dove ha ospitato produttori venuti dall’Italia divisi per regioni. Lunedì 18 marzo il padiglione è stato visitato da Massimo Carnelos, Consigliere per gli affari economici e commerciali presso l’Ambasciata Italiana a Londra. L’IFE 2019 ha anche inaugurato il mandato del nuovo direttore dell’ITA UK Ferdinando Pastore.

Fra i tantissimi espositori Italiani presenti è da menzionare “Il Gelato di Ariela” con i suoi deliziosi e sempre nuovi gusti di ottimo gelato che ogni anno colleziona premi meritatissimi. Anche la Surgital era presente, con le sue paste all’uovo surgelate ripiene dalle combinazioni più raffinate e gustose. Un’altra presenza eccellente è stata quella dell’importatore di frutta e verdure Vincenzo Zaccarini e la sua Vincenzo Ltd, presente sul mercato britannico da piu’ di 15 anni che importa esclusivamente dall’Italia e dalla Francia, andando personalmente a visitare i produttori ed agricoltori da cui si rifornisce.

La maggioranza di presenze è stata di produttori con storie di famiglia in cui la loro produzione si è tramandata di generazione in generazione. Tra questi l’unico nome “commerciale” molto noto è stato quello del Caffè Trombetta, nato a Roma nel 1890 e diventato un’importante realtà industriale tuttora a controllo familiare.

Cristina PolizziDSC_2847a (1)