Club di Londra: cena in onore di Gabriele Finaldi

Club di Londra: cena in onore di Gabriele Finaldi

Il direttore della National Gallery parla di arte e musei

72
SHARE

Nei bellissimi locali del Brown’s Hotel, il Club di Londra ha organizzato il 30 gennaio scorso una cena in onore di Gabriele Finaldi, lo storico d’arte anglo-italiano che dall’agosto 2015 dirige uno dei piu’ prestigiosi musei di Londra, la National Gallery.

Oltre al Presidente Leonardo Simonelli Santi, erano presenti Sir Rocco Forte e Lady Forte, il Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura Marco Delogu ed una folta rappresentanza della comunità italiana ed internazionale. Nato nel 1965 a Londra da padre napoletano, Gabriele Finaldi ha studiato storia dell’arte al Courtauld Institute of Art dove ha completato il suo dottorato su Jusepe de Ribera, pittore spagnolo del diciassettesimo secolo che ha lavorato in Italia.

Finaldi – padre di sei figli (tanti quanti ne aveva de Ribera…) – è stato curatore alla National Gallery fra il 1992 ed il 2002 per poi trasferirsi a Madrid al Museo del Prado fino al 2002; nel 2015 è ritornato a Londra per assumere l’attuale incarico di assoluto prestigio alla National Gallery.

Sotto la sua direzione, si sono svolte mostre dedicate all’arte italiana, fra cui Mantegna e Bellini, Lorenzo Lotto e, per ultimo, da segnalare l’acquisto ed il completo restauro dell’opera di Artemisia Gentileschi, raffigurante Santa Caterina di Alessandria. Finaldi ha intrattenuto gli ospiti con una splendida esposizione sui valori dell’arte e del ruolo di musei come la National Gallery nella diffusione della cultura a tutti i livelli. Ha fatto seguito un vivace scambio di domande e risposte che hanno ancora una volta confermato il grande interesse che esiste per l’arte senza limiti di frontiere.

La Redazione