Sfila a Londra la ragazza disabile di miss Italia

Sfila a Londra la ragazza disabile di miss Italia

L' Associazione il Circolo organizza serata in suo onore

257
SHARE

La modella Chiara Bordi, diventata famosa per essere stata la prima ragazza disabile in assoluto a partecipare a Miss Italia, ha sfilato ad un evento agganciato alla London Fashion Week e in suo onore l’associazione “Il Circolo” ha organizzato un aperitivo al ristorante Granaio di Piccadilly.

DSC_0601a (1)Diciotto anni, di Tarquinia, un grosso comune in provincia di Viterbo, la bellissima Chiara (arrivata terza all’edizione 2018 di Miss Italia) ha perso il piede sinistro nel luglio del 2013 in seguito ad un incidente stradale mentre era su un motorino e non si fa problemi a esibire la protesi che le permette di condurre una vita “normale”. Lo ha fatto anche il 16 febbraio quando ha sfilato a Fashions Finest AW19, uno show di moda indipendente collegato alla London Fashion Week. Come modella ci sa davvero fare.

Dopo l’incidente del 2013 Chiara, che frequenta l’ultimo anno di liceo classico, è appassionata di canoa, windsurf e rollerblade e si fa qualche soldo come barista, ha partecipato ad un programma di sensibilizzazione a favore dei disabili, ha portato la sua testimonianza in molte scuole e ha preso gusto per gli show di moda lavorando con l’agenzia londinese “Models of Diversity” che cerca di imporre nel mondo della moda modelle portratici di disabilità fisiche incoraggiandole a superare pregiudizi e complessi.

image_6483441Di pregiudizi la modella, protagonista anche di numerosi ‘shooting’ fotografici, ne sa qualcosa sulla sua pelle: ha ricevuto anche messaggi carichi di odio quando ha partecipato a Miss Italia. Emblematico quanto le ha scritto uno di questi ‘Haters’, una donna: “Fai schifo, vattene a casa e non fare pena agli italiani che ti votano perché sei storpia”.

Al che la coraggiosa Chiara le ha risposto così, con le rime: “A me mancherà pure un piede ma a lei manca cervello e cuore, e quelle sono le uniche due vere qualità che, secondo me, contano”. Non ha nascosto il suo disappunto per il fatto che le sia arrivato come messaggio “votatemi perché sono storpia” e non “guardatemi, mi manca un piede ma non ho paura di mostrarmi al mondo”.

LaR