Da Sicilia e Marche i vini per i veeno win cafe’

Da Sicilia e Marche i vini per i veeno win cafe’

1133
SHARE

Oltre che alla formula vincente dell’aperitivo all’italiana, il crescente successo dei Veeno Wine Cafè’ è senz’altro dovuto sulla bontà dei vini proposti, tutti rigorosamente in arrivo dalla Penisola e prodotti sostanzialmente da due case vinicole: la Caruso&Minini di Marsala e la Moroder di Ancona. La scelta di Caruso&Minini e’ ovvia: si tratta dell’azienda di famiglia di uno dei due fondatori della catena britannica di bar, Nino Caruso. La Caruso&Minini è venuta alla luce su iniziativa di due famiglie e di due storie diverse che si intrecciano e si fondono quando Stefano Caruso, terza generazione di vignaioli, incontra Mario Minini, titolare di un’azienda di commercializzazione del Nord Italia.

Insieme fondano, a Marsala, la Caruso&Minini, nell’estrema Sicilia Occidentale. È una ambiziosa scommessa, che vede protagonisti la tradizione agricola della famiglia Caruso e la competenza nelle vendite dei Minini. Scommessa vincente poiché, ad oggi, i vini raggiungono gli appassionati in più di 30 paesi in tutto il mondo.

Mentre Nino Caruso ha fatto fortuna in Uk con l’amico Andrea, Stefano Caruso è oggi affiancato in Sicilia dalle due figlie Giovanna e Rosanna. Una gestione in rosa con l’ingresso delle due figlie che ha sicuramente portato una ventata di freschezza fra le botti.

Ha alle spalle una storia antica e illustre l’azienda vinicola Moroder di Ancona, nata nel 1837 e rilanciata nei primi Anni Ottanta quando Alessandro Moroder e sua moglie Serenella decisero di dedicarsi con passione e impegno all’attività vitivinicola, dandole una nuova attenzione e rilevanza. I Moroder, originari della Val Gardena, si erano spostati nell’anconetano alla metà del ‘700 e avevano comprato i terreni agricoli dove ancora al giorno d’oggi sorge l’azienda, un’azienda certificata bio e situata interamente all’interno del Parco Naturale del Conero.sfondo-bianco (2) (1)