PASSAPORTI: VILLANI, NEL 2022 FAREMO MEGLIO

PASSAPORTI: VILLANI, NEL 2022 FAREMO MEGLIO

41
SHARE

MESSAGGIO AUGURALE DEL CONSOLE

     In un messaggio di auguri ai connazionali per il 2022 il Console Generale d’Italia a Londra Marco Villani annuncia che la struttura da lui diretta si è data per l’anno appena iniziato “nuovi obiettivi, specialmente nel settore Passaporti”: “Ci stiamo preparando sin d’ora – spiega rivolgendosi direttamente agli italiani in UK – a migliorare ulteriormente i servizi per essere sempre più vicini alle vostre esigenze. L’apertura del Consolato a Manchester senza dubbio permetter’, non appena la struttura sarà pronta a farsene carico, di erogare in maggiore prossimità servizi consolari alla collettività lì residente. Dopo la riapertura degli uffici onorari di Liverpool e Cardiff, ci stiamo preparando ad aprire nuovi uffici onorari nel Sud dell’Inghilterra”.

   Nel messaggio Villani ricapitola l’attività svolta nell’anno appena concluso che ha visto il Consolato Generale “impegnato per offrire tutta l’assistenza possibile, per fornire servizi consolari in tempi rapidi e informazioni sulle normative che si sono via via susseguite per viaggiare all’estero”. 

   “La nostra Task Force Covid-19, istituita ad inizio della pandemia, ha proseguito la sua attività senza interruzioni – mette in evidenzia il Console Generale – rispondendo alle richieste di assistenza e di informazione, così come abbiamo fatto attraverso il nostro web site e i nostri social – facebook e twitter – divenuti strumento essenziale per fornire aggiornamenti in tempo reale. In termini di servizi consolari, nonostante la pandemia e le restrizioni connesse in vigore nel Regno Unito fino ad aprile inoltrato, sono stati rilasciati oltre 38 mila passaporti, pari a oltre il 10% di tutti quelli emessi dalla rete consolare italiana nel mondo”.

    Villani ricorda che l’ufficio AIRE ha processato quasi 33 mila pratiche per iscrizione e 30 mila per cambio di indirizzo, per un totale di oltre 63 mila, pari a circa il 13% di tutte le pratiche AIRE processate nel 2021 dalla rete diplomatico-consolare. Ad inizio anno è stato anche  introdotto il nuovo servizio delle carte d’identità elettroniche (150 appuntamenti settimanali), le quali arrivano direttamente a casa del richiedente. 

    Il 2021 è stato anche l’anno in cui il Consolato Generale è riuscito ad organizzare due programmi di aggiornamento professionale dedicati ai cittadini italiani in cassa integrazione o rimasti senza impiego a causa della pandemia; iniziative volte a favorire la reintegrazione dei disoccupati nel sistema lavorativo di specifico interesse. I due programmi, rispettivamente nei settori dell’ospitalità’e del marketing digitale, hanno avuto un totale di 140 beneficiari e riscosso un forte apprezzamento da parte dei partecipanti e degli organi di rappresentanza della collettività. Recentemente è stato altresì’ lanciato un ulteriore programma con l’obiettivo ancora più’ ambizioso di offrire un servizio di mentoring professionale.

   Inoltre è proseguita l’attività di assistenza per la registrazione all’EU Settlement Scheme (EUSS), attraverso la collaborazione con il Comites di Londra, i patronati e l’emissione di passaporti per chi aveva la necessità di registrarsi a ridosso della scadenza decisa dalle Autorità britanniche (30 giugno 2021). 

   “Naturalmente – sottolinea Villani nel messaggio d’auguri – gli effetti della Brexit sono ancora in corso e il Consolato Generale continuerà ad assistere tutti gli italiani qui residenti, attraverso servizi in linea con le mutate esigenze, monitorando il rispetto dei diritti dei cittadini italiani e fornendo loro l’assistenza del caso”. 

   “Nonostante le limitazioni imposte dal Covid-19, abbiamo mantenuto tutti i risultati raggiunti nei due anni precedenti in termini di abbattimento dell’arretrato in tutti settori. I risultati spero – dice ancora il console ai connazionali – li abbiate potuti apprezzare: gli attestati di stima e i ringraziamenti ricevuti in questi mesi ci spronano naturalmente a fare ancora meglio nel 2022.Ormai da qualche anno la nostra Sede è la prima per numero di connazionali iscritti all’AIRE, con oltre 454.000 italiani. Una comunità che continua a crescere, con una media, di circa 120 iscrizioni al giorno. In otto anni i connazionali in Inghilterra e Galles sono più che raddoppiati e abbiamo colto l’occasione per studiarne il fenomeno attraverso la pubblicazione per il secondo anno consecutivo di un interessante studio statistico (reperibile sul nostro sito),il quale evidenzia come la nostra collettività presenta livelli di diversificazione e complessità assolutamente inediti. Le comunità italiane in questo Paese sono tante e diverse tra loro, ognuna con le sue peculiarità, esigenze ed interessi. Appare evidente la sempre maggiore pluralità culturale dei nostri cittadini, frutto di una comunità che non solo cresce numericamente, ma muta”.      

   Villani esprime la speranza “che il nostro impegno, anche attraverso i social (facebook e twitter), che vi invito a seguire, abbia facilitato la comunicazione soprattutto in situazioni di emergenza” e conclude il messaggio “ringraziando tutto il personale del Consolato Generale, il quale continuerà a rispondere con professionalità, senso del dovere ed impegno alle sfide che una comunità così ampia ci pone”. 

La Redazione