Ma quando riapre il consolato di Manchester?

Ma quando riapre il consolato di Manchester?

Billi (Lega) lo chiede al governo

581
SHARE
Simone Billi
Simone Billi

Deputato della Lega eletto in Europa, Simone Billi ha presentato lo scorso 19 ottobre  una interrogazione al Ministro degli Esteri Luigi Di Maio per sapere “se non si ritenga urgente la riapertura del consolato di Manchester, quali siano i tempi e quali siano le iniziative messe in atto per giungere a questa riapertura, considerando che i finanziamenti sono già stanziati da tempo ed il console per questa sede già identificato”.

“La rete consolare italiana nel Regno Unito – sottolinea Billi nella premessa dell’interrogazione – è sotto pressione sia per il Covid-19, che, in particolare, per la Brexit: il consolato d’Italia a Londra calcola che per ogni Italiano iscritto all’Aire (Anagrafe degli italiani residenti all’estero) ci sia un altro, italiano che non si è ancora iscritto, sebbene secondo la legge l’iscrizione sia obbligatoria entro un anno dal trasferimento in un altro Paese; la pandemia causata dal Covid-19 ha avuto ripercussioni pesanti sulla mole di lavoro dei consolati che hanno accumulato ritardi nello smaltimento anche delle pratiche per le carte d’identità e dei passaporti a causa delle restrizioni sanitarie e di sicurezza”.

“Il precedente Governo – ricorda Billi rievocando quello dove il suo partito era al potere assieme al Movimento Cinue Stelle – aveva già deciso di potenziare il consolato generale di Londra ed erano state prese misure in tal senso, nonché stanziate risorse aggiuntive; la situazione sta diventando esplosiva anche in altre città inglesi, dove la pandemia da Covid-19, originata in Cina, sta mietendo numerose vittime: anche per questo sarebbe necessario fornire ai nostri connazionali un punto di riferimento strutturato al quale rivolgersi”.

La redazione