Divorzio in UK? Si ma solo se hai qui la residenza abituale

Divorzio in UK? Si ma solo se hai qui la residenza abituale

il caso Ilaria Giusti / Ferruccio Ferragamo

262
SHARE

Caro avvocato
Ho letto sui giornali che Ferruccio Ferragamo, che ha avviato un procedimento di separazione in Italia nel 2015, sta divorziando dalla moglie Ilaria Giusti e ha recentemente chiesto il divorzio in Italia. Tuttavia, la signora Giusti ha chiesto il divorzio nel Regno Unito sulla base del fatto che vi è residente dal 2017, ma la sua domanda non è stata accolta dal tribunale del Regno Unito. Ho un caso molto simile. Mi sono sposata in Italia nel 2006. Mio marito è italiano e vive a Milano. Abbiamo due bambini di 10 e 13 anni. Purtroppo, mio marito mi ha lasciato nel 2014 e ora vive con la sua nuova compagna a Milano. Nel 2016 mi è stata offerta un lavoro a Londra in un’azienda Fintech con un buon stipendio e mi sono trasferita a Londra con i miei figli, che vanno a scuola qui. Nel 2018 mio marito mi ha detto che intende divorziare e che chiederà un ordine di separazione davanti al tribunale di Milano. Potrebbe dirmi se posso chiedere il divorzio davanti al tribunale inglese o se invece devo aspettare fino a quando il procedimento di separazione non sarà concluso a Milano prima di accettare un divorzio

Cordiali saluti
Stefana

Cara Stefana
In linea generale, lei può presentare una richiesta di divorzio in Inghilterra, indipendentemente da dove si è svolto il matrimonio, se sono soddisfatti i seguenti criteri: (i) il suo rito matrimoniale è avvenuto nel rispetto della legge italiana; e (ii) lei o lei e Suo marito siete in grado di dimostrare di essere abitualmente residenti nel Regno Unito. “Residenza abituale” (habitual residence) significa rimanere nel Regno Unito, e avere il fulcro della propria vita qui. Pertanto, se Lei ha una casa, un lavoro e i Suoi figli vanno a scuola nel Regno Unito, Lei ha acquisito una residenza abituale qui. Una volta stabilita la residenza abituale, può richiedere il divorzio in Inghilterra. Il problema di Ilaria Giusti nella sua richiesta di divorzio in Inghilterra è stato che il tribunale non ha accettato che lei avesse l’intenzione di diventare abitualmente residente, essendo arrivata in Inghilterra solo nel 2017, e nonostante avesse una casa nel Regno Unito, non aveva mai avuto l’intenzione di stabilirsi qui, in quanto il vero fulcro della sua vita era rimasto in Italia. La legislazione che disciplina la giurisdizione, il riconoscimento e l’esecuzione delle decisioni in materia matrimoniale e di responsabilità genitoriale nell’UE, è il Regolamento (CE) n. 2201/2003 (ad eccezione della Danimarca). Ai sensi del Regolamento, se una parte avvia una procedura di divorzio e questa include la separazione legale o l’annullamento del matrimonio, in uno Stato membro dell’UE, il primo tribunale dello Stato Membro in cui inizia il procedimento attraverso il deposito di documenti, acquisisce esclusiva giurisdizione. Ciò significa che se Lei presenta una richiesta di divorzio in Inghilterra e il procedimento per la separazione legale in Italia non é iniziato, il tribunale inglese avrà giurisdizione esclusiva a condizione che sia possibile stabilire una residenza abituale. Se il procedimento viene avviato in Italia dopo aver depositato la domanda di divorzio nei tribunali inglesi, il tribunale italiano dovrà sospendere il procedimento in attesa di una risoluzione da parte del tribunale inglese della questione della giurisdizione. Nel caso Ilaria Giusti / Ferragamo, la corte inglese non ha riconosciuto la residenza abituale e ha sospeso il procedimento di divorzio in attesa della decisione del tribunale italiano sulla giurisdizione. Ilaria Giusti ha presentato ricorso alla Corte d’Appello (Court of Appeal) probabilmente sulla questione del significato di residenza abituale. In conclusione, è forse nel Suo interesse presentare una richiesta di divorzio avanti al Tribunale inglese il prima possibile e prima che Suo marito decida di avviare un procedimento di separazione, poiché probabilmente otterrà una soluzione finanziaria migliore davanti al tribunale inglese. Lei è in condizione di far ciò in quanto ha soddisfatto le condizioni richieste per accertare la sua residenza abituale a Londra.

Cordiali saluti
Domenic Pini

Pini Franco LLP
Questo articolo contiene informazioni utili. Tuttavia occorre richiedere una consulenza professionale per ogni singolo caso specifico ed è opportuno che astenersi dal prendere o non prendere iniziative prima di avere ottenuto un parere professionale.