Aire: presenti domanda e sei iscritto senza attesa di mesi

Aire: presenti domanda e sei iscritto senza attesa di mesi

19
SHARE

Cambiano (in meglio) tempi e modi per l’iscrizione all’Aire: dal 26 marzo scorso, grazie all’entrata in vigore del cosiddetto “Decreto Brexit”, la decorrenza dell’iscrizione avviene dalla data stessa di presentazione della domanda all’ufficio consolare di riferimento mentre in precedenza bisognava aspettare mesi e mesi fino a che la pratica fosse espletata.

In forza del decreto l’iscrizione all’AIRE per le domande presentate prima di quella data e non ancora perfezionate scatta dal 26 marzo 2019. Ovviamente così è soltanto se la domanda è completa in tutte le sue parti. Il consolato sottolinea “i rilevanti effetti positivi che l’immediata iscrizione all’AIRE produrrà d’ora in avanti per il connazionale in termini di celerità procedurale e certezza del diritto”.

La novità semplifica il rapporto tra Pubblica Amministrazione e cittadini residenti all’estero, allineandone il regime applicabile a quanto già previsto per le iscrizioni nell’anagrafe della popolazione residente sul territorio nazionale. Prima dello scorso 26 marzo l’iscrizione all’Aire avveniva parecchi mesi dopo la presentazione della domanda soprattutto perché’ la si poteva considerare effettuata soltanto dopo gli accertamenti dei consolati sull’ultima residenza.