“Premio crocitti in carriera” a Marco Gambino

“Premio crocitti in carriera” a Marco Gambino

L'attore attivo a Londra dal 1987

38
SHARE

L’attore italo-londinese Marco Gambino ha ricevuto un importante riconoscimento a Roma il 2 dicembre scorso quando al Green Park Pamphili si è svolta la VI edizione del “Premio Vincenzo Crocitti International” alla presenza di numerosi personaggi italiani e stranieri del mondo del cinema, musica, tv, moda, spettacolo, arte sport, giornalismo e cultura.

Nato e cresciuto a Palermo, nella capitale britannica dal 1987, Gambino calca le scene dal 1980 ed è stato premiato nella categoria “artisti internazionali In Carriera” per la sezione maschile mentre in quella femminile ha vinto la statunitense Jessica Polsky.

Il premio è dedicato al grande caratterista Vincenzo Crocitti, morto nel 2010 a 61 anni e famoso per aver conquistato il “David di Donatello” e il “Nastro D’Argento” come attore ne “ Il Borghese piccolo” con Alberto Sordi. L’edizione 2018 del premio ha visto l’introduzione di due novità salienti: il partenariato con la “Maison Lombardi” del giovane stilista emergente Josè Lombardi che ha vestito le “Miss Straniere d’Italia” presenti all’evento e la creazione di una categoria di premi destinati al miglior film e al miglior documentario.

Per i film il premio è stato assegnato a “Ulysses” del regista Federico Alotto mentre per i documentari ha vinto “Terra Bruciata” di Luca Gianfrancesco, che racconta da una prospettiva nuova l’Italia dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943 e rende giustizia a chi nel Sud combatté a rischio della vita il nazifascismo e a chi ne fu vittima innocente.

Livio Beshir ha ricevuto il premio per la poliedrica attività artistica nel mondo dello spettacolo, direttamente dalla giovanissima Anastasja (cantante, doppiatrice canora- Direttrice creativa e social Manager del Premio). Sebastiano Celeste, amico di Vincenzo Crocitti, è stato premiato per la Carriera di Direttore della Fotografia. Per la regia il premio è invece andati ai registi Volfango De Biasi, Daniele Barbiero e Daniele Esposito.

La sezione Teatro ha visto impalmati Andrea Salierno e Mariano Riccio e tra gli attori, in carriera ed emergenti, sono stati segnalati Francesco Montanari, Renato Paioli, Valentina Gemelli, Francesco Rizzi, Andrea Misuraca. Applauditissimo è stato il premio attribuito a Marcello Fonte, attore rivelazione dell’anno con il film Dogman (il lungometraggio di Matteo Garrone candidato agli Oscar 2019).

La Redazione