In mostra a Londra giovanissima fashion designer genovese

In mostra a Londra giovanissima fashion designer genovese

78
SHARE

  Guia Bertorello è una giovanissima artista e fashion designer, laureata alla Università di Brighton che appena uscita dall’ambiente accademico si è vista offrire la sua prima mostra personale: “Numen”, una parola latina che indica lo “spirito o potere divino che presiede a una cosa o a un luogo”. 

   Attraverso le opere esposte si indaga la loro pratica attraverso incarnazioni in abbigliamento, immagini in movimento, suoni e sculture. Una parte dello spazio è dedicata alla visualizzazione del processo e della ricerca, oltre a presentare il lavoro del progetto di laurea di Guia e un cortometraggio in collaborazione con l’image maker Matthew Esselen e il DOP Ben Leggett. 

   La mostra, allestita fino all’8 agosto a Londra presso l’Offspace di Clear Channel House, Cluny Mews, è stata curata da Underground Flower, prodotta da Sophie Ellis e facilitata da Harlesden High Street. 

   Guia Bertorello è una ragazza genovese che fin da piccola ha respirato arte e moda in casa a partire dal suo bisnonno, industriale di tessuti a Milano per passare poi per sua madre, disegnatrice di gioielli e scrittrice di un libro di ricette, uno zio ex creatore artistico per importanti case di moda internazionali ed ora acclamato artista. Non mi meraviglio di come fin dalla più tenera età Guia sia stata esposta ad un ambiente creativo. Nonostante questo importante sfondo familiare, lei è venuta a studiare a Londra, prima facendo un Foundation Course al Ravensbourne College a Greenwich e poi trasferendosi a Brighton dove questo anno ha conseguito il suo diploma. È riuscita a forgiare connessioni e lavorare in ogni campo nel mondo della moda e dell’arte durante i suoi anni di studio, unendo appunto il corso universitario al lavoro sul campo ed ottenendo finalmente un riconoscimento veramente raro per una studentessa senza conoscenze importanti e nell’ambiente artistico e della moda in Gran Bretagna. I suoi gioielli sono delle piccole sculture impreziosite da perle e pietre semi preziose, ogni gioiello è un pezzo unico. I suoi vestiti sono anche loro delle sculture con l’uso di corde marinare per creare volume ed intrecci e che richiamano al suo luogo di nascita, Genova, una delle Repubbliche marinare. 

   Sono molti i progetti che Guia ha nel suo futuro fra cui Odious Rot, una pubblicazione annuale che è come un Coffee Table book, pieno di immagini e concetti, oltre ad essere un DJ fisso per Internet Public Radio, stazione radio online indipendente con sede a Guadalajara. Guia Bertorello, un nome, un’artista, una fashion designer da tenere d’occhio.

Cristina Polizzi