A Londra primo evento dal vivo con Real Italian Wine & Food

A Londra primo evento dal vivo con Real Italian Wine & Food

108
SHARE

 Dopo più di un anno di Zoom

È stato piacevole dopo più di un anno poter partecipare di nuovo ad un evento dal vivo invece che usare il famosissimo Zoom. La Confartigianato e l’ITA, l’Italian Trade Agency, hanno portato a Londra lo scorso 22 luglio Real Italian Wine & Food, con una selezione di circa 35 compagnie fra cibo e drink. Obiettivo: aprire un’unteriore porta all’esportazione dell’eccellenza italiana. 

   Organizzato alla Truman Brewery in Brick Lane, l’esposizione è stata estremamente attenta alle disposizioni per prevenire qualsiasi contagio Covid con tavolini ben distanziati e situati in due grandi spazi dove ventilazione e ogni altro accorgimento è stato reso disponibile per chi dopo moltissimi mesi si è trovato di nuovo a socializzare.

    Le ditte presenti hanno coperto buonissima parte delle regioni Italiane con prodotti tipici oltre a novità gastronomiche ed enologiche egregie.  Con il trend sempre più sentito per le birre artigianali, la Birra Il Mastio in provincia di Macerata, ha portato il meglio della sua produzione fra cui hanno spiccato la Bionica creata con Orzo biologico ed acqua pura dei Monti Sibillini con il pregio di essere Gluten Free. 

   Essendo amante della cioccolata non ho resistito davanti all’esposizione della Confetteria Maxtris  di Somma Vesuviana in provincia di Napoli che ha portato deliziosissimi dragees ricoperti di cioccolato con un cuore di mandorla d’Avola oltre a presentare un’anteprima, il Vesuviotto, un cioccolatino a forma di Vesuvio con un interno morbidissimo come la lava. 

   Grazie a Gianluca del Ristorante La Pizzica, è stato possibile assaggiare della pasta fresca condita con Pesto genovese del Pastificio Delfino. Le trofie con il pesto sono state gradite da tutti i visitatori che hanno potuto assaggiarle fino all’ora di chiusura dell’evento. 

   Gli appassionati di buon vino hanno potuto assaggiare le varie proposte portate da Winederful UK con una selezione di vini dell’Azienda Vinicola Ippolito 1845 e prodotti calabresi di Calabria&Calabria.  

   Il Tartufo, in questo caso proveniente dalle Marche era rappresentato dagli ottimi prodotti della ditta Bosco d’Oro con una selezione di tartufi in barattolo affettati, macinati o impiegati come maggior ingrediente in burro, sale, miele ed altri prodotti. 

   Divertenti e colorati ed anche gustosi i cocktails pronti e venduti in confezioni quadrate e piatte per singole porzioni della Nio Cocktails UK, una compagnia fondata a Milano e con un catalogo di cocktail pronti da bere “disegnati” dal Master Mixologist Patrick Pistolesi. Fra la scelta di classici cocktails anche 2 opzioni non alcooliche.

    Fra le eccellenze italiane non poteva mancare l’olio extra vergine d’oliva. Il Frantoio Gabrielloni di Recanati ha portato i suoi olii sia di produzione mono varietale che con un mix di olive. Il frantoio è quasi nella sua settima decade di produzione ed è ancora a conduzione familiare. 

   Con la riapertura degli eventi dal vivo, la Confartigianato e l’ITA hanno accolto alcune aziende italiane nella speranza che possano trovare un importatore in modo che anche chi vive qui in Gran Bretagna possa avere l’opportunità di poter gustare prodotti di altissimo livello che in vista delle nuove direttive commerciali recenti, può essere più complicato se ordinato direttamente in Italia. La giornata calda e soleggiata ha fatto da cornice al ritorno alla normalità dopo un anno di segregazione.

Cristina Polizzi