Bellavita London 2021: leccornie a go-go

Bellavita London 2021: leccornie a go-go

414
SHARE

   È stato un successo per presenze con espositori venuti dall’Italia e dalla Spagna e per affluenza di visitatori l’edizione londinese 2021 di Bellavita che questo anno ha visto per la prima volta anche una piccola partecipazione di produttori vinicoli in arrivo dalla Slovenia.

   Durante l’evento, che si è svolto il 25 e 26 ottobre scorso al Business Design Centre di Islington, sono stati consegnati da parte della Camera di Commercio Italiana in UK i premi 2021 Ospitalità Italiana per i ristoranti di qualità. 

   I premi sono stati attribuiti a Lizzie’s Cucina, Osteria Romana, Osteria Napoletana, Santo Mare, Locanda Locatelli, Briciole, Satyrio, Caldesi ed Enoteca Turi. 

   Bellavita London 2021 ha potuto contare su Carmelo Carnevale come chef residente e a lui è toccato – dopo aver animato vari Talk nei due giorni dell’evento – concludere l’evento con l’offerta di piatti della cucina italiana preparati dai cuochi dell’associazione APCI di cui è presidente.

   Durante i due giorni di kermesse si è percepita una grande voglia di ripresa. I prodotti esposti, come oramai siamo ben abituati, sono stati di altissima qualità ed hanno incontrato l’entusiasmo di buyers, giornalisti del settore e critici. 

   I Bellavita Awards hanno premiato meritatamente i prodotti votati da una giuria di chefs, giornalisti ed altri esperti del settore ed alla conclusione dell’evento Enrico Longobucco, Business Development Manager del Team Bellavita, ha annunciato i vincitori. 

   Il salumificio Fenoglio ha vinto il premio “Taste Explosion” con il suo salame di campagna, eccellente grazie anche al metodo di allevamento dei suini portato avanti da questa azienda a carattere familiare di Mondovi’ in provincia di Cuneo. 

   Il premio “Best Storytelling” è stato assegnato all’Acetaia Midolini, un’altra azienda a carattere familiare dove la produzione dell’aceto balsamico arriva fino a poche selezionate bottigline ricoperte da una foglia d’oro invecchiato a 50 anni.   

   Entrambi i premi sono stati consegnati dal Console Generale Marco Villani.

     Nella categoria “One to Watch” ha vinto a pieno titolo l’azienda Stainer con un Cioccolatino al Pesto che ha veramente sorpreso i giudici che lo hanno assaggiato. Il connubio di dolcissimo cioccolato bianco con un cuore di pesto dove il basilico ha sprigionato i suoi profumi lo ha poriettato al ruolo di vincitore assoluto. 

   Il riconoscimento  “Chefs’ Choice”  è andato alle tagliatelle all’uovo Amatrice Terraviva che hanno trovato molti estimatori, anche se allo stand dell’Associazione Terra di Amatrice – una Onlus che mira a rilanciare il territorio ed i prodotti di Amatrice dopo il terribile terremoto del 2016 -, è stato difficile decidere quale fosse il miglior prodotto perché l’offerta che andava dai prodotti di norcineria, ai formaggi, fra cui un pecorino al tartufo ed uno stracchino stagionato, ai dolci è stata di qualità eccelsa. 

    Per il premio “Sommeliers’ Choice”, consegnato da Federica Zanghirella, vicepresidente dell’Associazione Sommelier UK, il vincitore è stato Mirabella Franciacorta con il vino Demetra Franciacorta DICG 2015. 

   Il premio “Ready to Market” è stato assegnato al Birrificio Angelo Poretti per la 4 Luppolo Originale, un prodotto che già è possibile trovare in commercio in Gran Bretagna e visto già negli scaffali del Tesco, giusto per citare un supermercato veramente diffuso su tutto il territorio.

   L’azienda di pasta fresca all’uovo Gratifico con i Balanzoni ha svettato nella categoria per il migliore Prodotto di Food & Beverage, mentre come miglior vino l’ha spuntata la casa vinicola Dogliotti 1870 per il loro Moscato d’Asti Berlet Dogliotti. 

   Tantissimi altri prodotti avrebbero meritato la vittoria sia per le loro storie o credenziali ecologiche, o per innovazione e bellezza del packaging; quindi, la competizione è stata molto alta e il lavoro dei giudici molto difficile

     I segni di una ripresa economica ci sono ad ogni modo tutti, e sicuramente tante ditte presenti questo anno a Bellavita 2021 – visitata il primo giorno dall’’Ambasciatore Italiano nel Regno Unito Raffaele Trombetta – avranno avuto contatti proficui che ci faranno sperare di poter vedere i loro prodotti presto nei negozi qui nel Regno Unito.

Cristina Polizzi