Riunione del Sistema Italia in UK

Riunione del Sistema Italia in UK

89
SHARE

Impostate le strategie post-Brexit

     L’Ambasciatore a Londra Raffaele Trombetta e i responsabili degli uffici del sistema Italia presenti in Uk hanno fatto il punto sulla promozione economica e culturale e sullo stato delle relazioni politiche e industriali tra Italia e Regno Unito durante una riunione che si è tenuta il 17 febbraio, un mese e mezzo dopo che la Brexit e’ diventata a tutti gli effetti realtà.

  Con Banca d’Italia, ICE, ENIT e Camera di Commercio l’Ambasciatore ha passato in rassegna le principali questioni emerse in questo primo periodo di adattamento ai nuovi adempimenti ai quali sono chiamate le imprese e i soggetti economici e finanziari italiani. Dalle nuove procedure doganali alle tipologie di visti di lavoro necessari, si registra una forte domanda di informazioni ed assistenza. “Continuiamo a dare priorità alle imprese riscontrando le richieste che ci vengono sottoposte ed evidenziando nella comunicazione esterna i contenuti dei portali internet e delle campagne informative realizzate da Ambasciata e ICE negli ultimi mesi”, ha detto l’Ambasciatore che ha anche evidenziato “l’attenzione prioritaria” riservata ai connazionali residenti nel Regno attraverso la piena operatività assicurata, nonostante la pandemia, dai Consolati a Londra ed Edimburgo e l’imminente riapertura del consolato a Manchester.

    La riunione ha anche permesso di passare in rassegna le attività di collaborazione bilaterale in atto nei vari settori, con sostenibilità e transizione ecologica a fare da filo conduttore. “Le presidenze parallele di G7 (UK) e G20 (Italia) e il summit di fine anno sul clima, “COP26”, fanno da cornice al rafforzamento in corso del dialogo politico, alla prosecuzione della positiva collaborazione di polizia e all’approfondimento delle relazioni nel comparto Difesa”, ha indicato l’Ambasciatore ricordando l’importanza di un’azione coordinata dell’intero sistema Italia lungo tali assi.

  La riunione ha consentito inoltre di mettere a fuoco il ricco calendario di attività di promozione economica e culturale dei prossimi mesi, per la cui realizzazione l’Ambasciatore ha invitato a fare un uso sempre più efficace ed evoluto degli strumenti digitali, in linea con i piani e le indicazioni del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Attenzione sarà riservata in particolare alle opportunità offerte alle imprese italiane dal mercato britannico e agli eventi per commemorare i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri.

La redazione