Tanta folla alla sagra del Carmine 2018

Tanta folla alla sagra del Carmine 2018

48
SHARE

22 luglio per ospitare la tradizionale e famosa processione dedicata alla Madonna del Carmine e organizzata dai Padri Pallottini in concorso con un efficiente comitato.

DSC_4648a (2)Al sentito evento in quella che una volta era la “Little Italy” – un evento che si ripete ogni anno dal lontano 1986 e che è stato interrotto soltanto durante le due guerre mondiali – hanno preso parte con orgoglio e fervore anche varie comunità italiane residenti nella sterminata area londinese che hanno portato in processione le statue dei loro santi (Santa Rita, Sant’Antonio, San Calogero, San padre Pio…) e della Madonna dei Miracoli (onorata a Woking, dove vivono migliaia di Mussumelesi). Non sono mancati nemmeno i carri allegorici ispirati a scene della Bibbia.

DSC_4596a (1)La kermesse nelle vie dove gli emigrati della Penisola si stabilirono a migliaia tra il 1860 e il 1930 in cerca di fortuna si è ancora una volta confermata un mix di religione, di cultura e di convivenza sociale. Si prega, ci si incontra, si festeggia il compleanno, insomma una sagra in tutti i sensi come da secoli l’Italia sa esprimere al meglio. Fra le curiositá di quest’anno va segnalato in particolare il carro che ricordava il centenario delle stigmate di san Padre Pio. Proprio il 20 settembre del 1918 il santo di Pietralcina ricevava infatti per la prima volta nel suo corpoi segni di Gesú Cricifisso, un momento doloroso nella vita personale del santo di Pietrelcina, non solo per il male fisico, ma soprattutto per il male morale che ha subito anche da parte di confratelli e uomini di Chiesa sulle prime increduli e diffidenti.

DSC_4590a (1)All’inizio della processione sono state rilasciate anche tre colombe oltre ai coriandoli mentre nel corso della giornata la Chiesa di San Pietro é rimasta costantemente aperta e le messe, in questa occasione speciale, si sono susseguite quasi al ritmo di ogni ora. E questo proprio per dare la possibilitá a tutti di partecipare all’eucaristia. La messa principale ha avuto luogo alle 17,30 subito dopo la processione e la benedizione eucaristica. Molto apprezzato é stato il canto della Salve Regina al termine del Rosario.

Una annotazione: la sagra del Carmine vede anche la partecipazione delle associazioni (almeno quelle rimaste ancora in piedi) e delle ditte che per l’occasione allestiscono dei chioschi dove vendono prodotti tipici italiani. Quest’anno erano presenti anche – e si tratta di una novità notata da più parti – giovani militanti di CasaPound, il controverso movimento politico italiano in odore di neofascismo che prende nome dal poeta americano Ezra Pound, grande ammiratore di Benito Mussolini.

La Redazionesfondo-bianco (1)