Brexit: INCA apre sportello “Settled Status”

Brexit: INCA apre sportello “Settled Status”

Per aiuto e consulenza ai cittadini europei in UK

135
SHARE

A partire da febbraio il Patronato INCA nel Regno Unito, in collaborazione con l’associazione transnazionale ITACA, ha attivato uno sportello di aiuto e consulenza sul Settled Status, il nuovo sistema di registrazione per i cittadini europei residenti nel Regno Unito dopo la Brexit.

La procedura di registrazione del Settled Status è stata lanciata in fase sperimentale dal 21 gennaio ed entrerà in pieno vigore a partire dal 30 marzo 2019. Questa registrazione è obbligatoria per tutti i cittadini europei, anche quelli che vivono nel Regno Unito da decine di anni o hanno già ottenuto altri tipi di residenza permanente. Anche se inizialmente il costo della procedura era stato fissato a £65.00 per persona, il governo britannico ha poi deciso di annullarne i costi e Theresa May ha recentemente confermato che la registrazione sarà gratuita.

IMG_1367 (1)Dunque, seppure le negoziazioni per l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea sono ancora in uno stato di incertezza, il processo di registrazione dei cittadini europei e delle loro famiglie è già avviato: al momento in fase di sperimentazione, e dal prossimo 30 Marzo sarà aperto a tutti. Anche nell’eventualità di un no deal, ovvero di un’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea senza che si trovi un accordo, i cittadini europei dovranno registrarsi per ottenere il Settled Status, documento che sarà necessario per rimanere nel Regno Unito.

La decisione di aprire questo sportello deriva appunto dalla necessità di offrire un sostegno concreto ai cittadini e alle cittadine che si trovano oggi ad averne ancora più bisogno, poiché vedono i loro diritti a rischio. Sostegno e assistenza, dunque, a tutti i migranti italiani ed europei – quasi tre milioni nel Regno Unito – e a tutti i cittadini di Paesi terzi con passaporto europeo, nonché legati a cittadini europei tramite vincoli familiari. In un momento di confusione e incertezza per molti cittadini, l’INCA Regno Unito ha preso atto dell’importanza cruciale di aiutare e rassicurare la comunità essendo presente con questo tipo di servizi, che si assoceranno ad altre iniziative puntuali, volte sempre ad informare i cittadini dei loro diritti.

L’INCA Regno Unito si sta impegnando già da anni per informare e assistere al meglio i cittadini italiani (e non) che si sono trovati alle prese con la Brexit, attraverso l’organizzazione e la partecipazione attiva ad una serie di incontri informativi a Londra e in tutto il Paese, e con un fitto calendario di incontri per i prossimi mesi che toccherà le città di Birmingham, Belfast, Glasgow, Manchester, Edimburgo e Aberdeen (per aggiornamenti, potete seguire la pagina Facebook dell’INCA Regno Unito).

Le consulenze potranno essere fatte tramite appuntamento dal vivo o telefonico, e saranno tenute da esperti che hanno seguito la genesi del Settled Status fin dall’inizio, e sono in costante contatto con l’Home Office, la rappresentanza della Commissione Europea a Londra e con le Istituzioni italiane. Una prossima apertura è prevista anche nella sede di Manchester. Vista la grande richiesta, le consulenze saranno fornite dando precedenza a chi avrà prenotato un appuntamento telefonando allo + 44 (0)207 359 3701 o mandando un’email all’indirizzo settledstatus. incauk@gmail.com.