Appello del Financial TImes a Theresa May:

Appello del Financial TImes a Theresa May:

vanno date garanzie ai cittadini Ue in GB!

455
SHARE

Delle grosse preoccupazioni “post-Brexit” che serpeggiano tra i 2,9 milioni di cittadini europei residenti in Gran Bretagna si è fatto carico ad inizio agosto il “Financial Times”, con un appello a Theresa May. A detta del prestigioso quotidiano della City il nuovo capo del governo di Sua Maestà dovrebbe “dare
certezza” agli europei in Gb e non usarli come “moneta di scambio” con la sorte del milione e duecentomila di britannici residenti nei paesi Ue dell’Europa Continentale.
Sarebbe più saggio – sostiene il “Financial Times” – dichiarare unilateralmente che i cittadini Ue residenti in Gb prima del 23 giugno avranno un diritto permanente a rimanerci”.
Il giornale sottolinea che una tale mossa è auspicabile per tre motivi di fondo:
1) Sarebbe “la cosa umana da fare”, “un gesto di decenza” per non lasciare allo sbando i cittadini Ue attualmente installati nel Regno Unito.
2) Darebbe un po’ di certezza anche ai datori di lavoro – in primis il National Health Service – che saprebbero come meglio regolarsi con i tanti loro dipendenti Ue.
Sarebbe ad esempio un gesto senz’altro apprezzato dall’industria alimentare britannica dove il 31% degli occupati proviene dall’Europa continentale.
3)Invierebbe un “opportuno messaggio di buona volontà” a Bruxelles in vista dei complicati negoziati all’orizzonte sulla Brexit.

La Redazione