Piacenza insieme festeggia la Comunità Italiana a Londra

Piacenza insieme festeggia la Comunità Italiana a Londra

750
SHARE

In un contesto di grande impatto quale la struttura attrezzata dei Padri Scalabriniani nel nord di Londra, si è tenuta la tradizionale manifestazione organizzata da Piacenza Insieme, sodalizio che raggruppa tutte le associazioni piacentine di emigrati, e riunisce la comunità all’insegna di iniziative benefi che, sportive e sociali.

Quasi trecento partecipanti hanno salutato una nutrita rappresentanza proveniente dall’Italia. Il Presidente della Provincia Francesco Rolleri, i Sindaci di Morfasso Paolo Calestani, il Vice Sindaco di Vernasca Marco Mariani, il Sindaco di Cerignale Massimo Castelli, i due neo Consiglieri regionali Gian Luigi Molinari e Matteo Rancan, ai quali si sono aggiunti quasi trenta ragazzi e produttori che hanno raggiunto amici e parenti in una serata davvero speciale.

Gli onori di casa sono stati fatti dal Presidente Mauro Ongeri, originario dei Terruzzi di Morfasso e da anni motore dell’associazione che ha introdotto gli ospiti coadiuvato da Losi Renzo, storica figura di riferimento per l’assitenza all’emigrazione. L’associazione piacenza insieme ha organizzato la manifestazione in un momento molto delicato dell’associazionismo estero, rappresentato da una generale contrazione del successo di manifestazioni simili, legato ad un forte ricambio generazionale e alla necessità di rafforzare il legame con l’Italia per non disperdere un patrimonio culturale di enorme valore ma anche per comprendere l’enorme forza di una comunità che conta nella sola Londra migliaia di presenze anche in considerazione della lunga tradizione di un fenomeno iniziato già nel lontano fine 800.

La comunità piacentina si trova in questi ultimi anni anche nella difficile situazione di gestireun anomalo flusso di nuova emigrazione, spesso in difficoltà nel raggiungere gli obiettivi di successo e di aiuto ai giovani o alle famiglie che decidono di partire per la capitale britannica. Di questo argomento ha parlato anche il rappresentante della chiesa italiana di Saint Peter, Don Giuseppe de Caro, vice parroco della chiesa, retta dal nuovo parroco Andrea Fulco, che ha sostituito padre Carmelo Di Giovanni. La parrocchia ha dato vita ad un progetto “Benvenuti a Bordo” (sito web: www.benvenutoabordo.ggstpeters. org/), che viene coordinato proprio dai giovani che qui lavorano e hanno seguito un percorso di crescita professionale, fornendo indicazioni di base per orientarsi e per inserirsi in una realtà complicata come quella di Londra, che rischia di travolgere situazioni personali già complicate soprattutto a causa di un non sempre facile periodo di ambientamento.

fotoLa mattina di domenica è stata l’occasione per la celebrazione della messa, e per la visita al Circolo Pallotti, vero cuore pulsante della comunità italiana e piacentina, dove ancora riecheggiano gli accenti dialettali stretti delle nostre montagne e svettano immagini nostalgiche dei borghi di provenienza dei tanttismi emigrati piacentini e italiani. Presenti alla manifestazione anche numerosi rappresentanti delle associazioni parmensi e anche di fuori regione, il ricavato della manifestazione è stato destinato alla St Peter’s Church, mostrando ancora una volta il ruolo centrale dell’associazionismo e del coinvolgimento dei nostri emigrati in progetti di di valorizzazione e sensibilizzazione culturale e sociale.

La Redazione